Legge regionale 18 aprile 1989, n. 10


LEGGE REGIONALE n.10 del 18 Aprile 1989 (1)

Atto abrogato

Regione Umbria
LEGGE REGIONALE n. 10 del 18 Aprile 1989 (1)
Finanziamenti urgenti a favore di beni e servizi culturali.
Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 17 del 26/04/1989


ARTICOLO 1

Finalità

1. E'autorizzata la spesa di investimento di lire 4 miliardi per l'anno 1989 per interventi urgenti rivolti a:

a) consolidamento, ristrutturazione e adeguamento funzionale delle sedi di musei, biblioteche di enti locali e di interesse locale e dei teatri storici;

b) attivazione delle procedure di automazione delle biblioteche secondo il progetto di Servizio bibliotecario nazionale approvato dalla Giunta regionale;

c) tutela e restauro dei beni culturali raccolti negli istituti museali;

d) acquisizione di beni di interesse storico - artistico da destinare ad uso pubblico negli istituti museali.

ARTICOLO 2

Ripartizione dei fondi per gli interventi

1. Per le finalità di cui all' articolo 1 , la Giunta regionale è autorizzata a finanziare propri progetti nonchè a concedere ai soggetti titolari dei musei, biblioteche e dei teatri storici contributi a fondo perduto così ripartiti:

a) per i musei:

1) L. 800.000.000 per il finanziamento di progetti di rilevante interesse regionale, con priorità per il completamento di lavori per lotti funzionali, in stato di avanzata realizzazione, riguardanti interventi di consolidamento, ristrutturazione e adeguamento funzionale di sedi e servizi museali, indicati dai programmi pluriennali delle opere pubbliche e dai piani attuativi annuali di cui agli articoli 2 e 3 della legge regionale 20 maggio 1986, n. 19 , modificata con legge regionale 29 marzo 1988, n. 10 ;

2) L. 450.000.000 per interventi riguardanti la sicurezza e la tutela di musei e raccolte di enti locali e di interesse locale;

3) L. 600.000.000 per interventi riguardanti il restauro di beni culturali conservati nei musei e nelle raccolte di enti locali e di interesse locale compresi gli eventuali allestimenti espositivi;

4) L. 150.000.000 per l'acquisizione di beni di interesse storico - artistico, da destinare ad uso pubblico nei musei e nelle raccolte di enti locali e di interesse locale;

b) per le biblioteche;

1) L. 1.000.000.000 per l'avvio delle procedure di automazione secondo il progetto di Servizio bibliotecario nazionale approvato dalla Giunta regionale;

2) L. 500.000.000 per concorrere al finanziamento di progetti rilevante interesse regionale, con priorità per il completamento, per lotti funzionali, di lavori già avviati, al fine di garantire lo svolgimento del servizio a livelli adeguati, riguardanti interventi di consolidamento, ristrutturazione e adeguamento funzionale di sedi e servizi bibliotecari indicati dai programmi pluriennali delle opere pubbliche e dai piani attuativi annuali di cui agli articoli 2 e 3 della legge regionale 20 maggio 1986, n. 19 , modificata con legge regionale 29 marzo 1988, n. 10 ;

c) L. 500.000.000 per il recupero, il restauro e l'adeguamento funzionale dei teatri storici da inserire nei programmi pluriennali delle opere pubbliche e nei piani attuativi annuali di cui agli articoli 2 e 3 della legge regionale 20 maggio 1986, n. 19 , modificata con legge regionale 29 marzo 1988, n. 10 .

ARTICOLO 3

Modalità di intervento

1. Gli interventi di cui alla lettera a) punto 1); lettera b) punto 2); lettera c) dell'art. 2 sono disciplinati dalla legge regionale 20 maggio 1986, n. 19 , modificata con legge regionale 29 marzo 1988, n. 10 .

2. I progetti di cui alla lettera a) punto 2) dell' articolo 2 sono approvati ed attuati dalla Giunta regionale.

3. Gli interventi di cui alla lettera a) punto 4) dell' articolo 2 sono disciplinati dalla legge regionale 23 aprile 1980, n. 34 .

4. I contributi per gli interventi di cui alla lettera a) punto 3) dell' articolo 2 vengono concessi in base ad un piano redatto da un apposito nucleo di esperti ed approvato dalla Giunta regionale.

5. I contributi di cui alla lettera b) punto 1) dell' articolo 2 vengono concessi dalla Giunta regionale previo parere della competente commissione consiliare.

ARTICOLO 4

Norma finanziaria

1. Gli stanziamenti per l'attuazione della presente legge sono iscritti nei seguenti capitoli di nuova istituzione nello stato di previsione della spesa del bilancio regionale:

a) L. 800.000.000 per gli interventi di cui alla lettera a) punto 1) dell' articolo 2 , al cap. 6825 denominato: " Interventi di consolidamento, ristrutturazione e adeguamento funzionale delle sedi di servizi museali" ( tit. 2 - sez. 6 - rubr. 12 - categ. 3 - tipo 1.1.);

b) L. 450.000.000 per gli interventi di cui alla lettera a) punto 2) dell' articolo 2 , al cap. 6826 denominato: " Interventi per la sicurezza e la tutela delle raccolte museali" ( tit. 2 - sez. 6 - rubr. 12 - categ. 3 - tipo 1.1.);

c) L. 600.000.000 per gli interventi di cui alla lettera a) punto 3) dell' articolo 2 al cpa. 6827 denominato: " Interventi di restauro di beni culturali conservati nelle raccolte museali" ( tit. 2 - sez. 6 - rubr. 12 - categ. 3 - tipo 1.1.);

d) L. 150.000.000 per gli interventi di cui alla lettera a) punto 4) dell' articolo 2 , al cap. 6789 denominato: " Fondo per l'acquisizione, da parte della Regione, di beni di interesse storico - artistico finalizzata all'incremento delle raccolte museali" ( tit. 2 - sez. 6 - rubr. 12 - categ. 1 - tipo 1.1.);

e) L. 1.000.000.000 per gli interventi di cui alla lettera b) punto 1) dell' articolo 2 , al cap. 6792 denominato: " Spese necessarie all'acquisizione, all'installazione e funzionamento di apparecchiature elettroniche ivi comprese software e spese di primo impianto per la creazione degli archivi in attuazione del progetto relativo al Servizio bibliotecario nazionale" ( tit. 2 - sez. 6 - rubr. 12 - categ. 1 - tipo 1.1.);

f) L. 500.000.000 per gli interventi di cui alla lettera b) punto 2) dell' articolo 2 , al cap. 6828 denominato: " Realizzazione stralci funzionali di progetti riguardanti le sedi di servizi bibliotecari" ( tit. 2 - sez. 6 - rubr. 12 - categ. 3 - tipo 1.1.);

g) L. 500.000.000 per gli interventi di cui alla lettera c) dell'articolo 2, al cap. 6829 denominato: " Fondo per il recupero e il funzionamento di teatri storici" ( tit. 2 - sez. 6 - rurb. 12 - categ. 3 - tipo 1.1.).

2. All'onere di lire 4 miliardi di previsto per l'attuazione della presente legge si fa fronte come segue:

a) quanto a lire 2,5 miliardi con la disponibilità del fondo globale di cui al cap. 9700 dello stato di previsione della spesa del bilancio 1988, come integrato con legge regionale 30 agosto 1988, n. 39 da utilizzare ai sensi del quinto e sesto comma dell'articolo 26 della legge regionale di contabilità 3 maggio 1978, n. 23;

b) quanto a lire 1,5 miliardi con quota del fondo globale iscritto nello stesso capitolo 9700 dello stato di previsione della spesa del bilancio n. 1989, mediante corrispondente incremento da L. 27.701.800.000 a lire 29.201.800.000 del mutuo previsto, per il pareggio del bilancio 1989, nel bilancio pluriennale 1988/1990 approvato con l' articolo 17 della legge regionale 21 aprile 1988, n. 13 .
 
La maggiore spesa relativa alla rata annuale di ammortamento è finanziata con quota dell'economia conseguente al minor mutuo accertato per il fabbisogno del bilancio 1987.


Note della redazione

(1)  - 

Abrogata dalla L.R. 15 novembre 1999, n. 30, art. 11, lett. l)