Legge regionale 25 agosto 1989, n. 29


LEGGE REGIONALE n.29 del 25 Agosto 1989 (1)

Atto abrogato

Regione Umbria
LEGGE REGIONALE n. 29 del 25 Agosto 1989 (1)
Incentivi finanziari alle aziende di trasporto pubblico di persone ed ai Comuni che gestiscono in economia il servizio di trasporto pubblico di persone per il rinnovo e l'installazione di elementi funzionali all'uso dei sistemi di trasporto pubblico.
Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 36 del 06/09/1989


ARTICOLO 1

Finalità

1. La Regione dell'Umbria con la presente legge favorisce, a partire dal 1989, il rinnovo e l'installazione di elementi funzionali all'uso dei sistemi di trasporto pubblico, quali le pensiline, in ambito urbano ed extra urbano.

ARTICOLO 2

Soggetti interessati

1. Le aziende di trasporto pubblico di persone ed i Comuni, che gestiscono in economica il servizio di trasporto pubblico di persone operanti in ambito urbano, che rinnovino o installino nuove pensiline o altri elementi di arredo urbano, funzionali all'uso del sistema di trasporto pubblico, potranno beneficiare di un contributo regionale pari al 50 per cento del costo standard, definito con atto della Giunta regionale, purchè l'intervento sia realizzato in centri con meno di 20.000 abitanti.

2. Le aziende di trasporto pubblico di persone ed i Comuni che gestiscono in economia il servizio di trasporto pubblico di persone operanti in ambito extraurbano, che rinnovino o installino nuove pensiline o altri elementi di arredo urbano, funzionali all'uso del sistema di trasporto pubblico, potranno beneficiare di un contributo regionale pari al 75 per cento del costo standard stabilito con deliberazione della Giunta regionale.

ARTICOLO 3

Norma procedurale

1. Per l'attivazione del contributo regionale i soggetti interessati, di cui al precedente art. 2 , debbono presentare un progetto complessivo degli interventi proposti contenenti quantità, qualità, tempi, costi, localizzazione degli elementi che si intendono installare o di quelli che si intendono sostituire, con una relazione che espliciti e giustifichi le ragioni del progetto e gli aspetti funzionali e promozionali dell'uso del trasporto pubblico di persone che ne conseguiranno.

2. Le richieste formulate dai soggetti interessati, di cui al precedente art. 2 , dovranno pervenire entro il 31 ottobre 1989, alla Regione dell'Umbria, Ufficio viabilità e trasporti.

3. Le suddette richieste saranno valutate da apposita commissione nominata con proprio atto dalla Giunta regionale ed ammesse ai benefici della presente legge, in relazione alle caratteristiche funzionali, estetiche e di arredo urbano, individuate nell'ambito dello specifico concorso nazionale a tal fine promosso.

ARTICOLO 4

Norma finanziaria

1. All'onere di lire 200 milioni previsto per l'attuazione della presente legge nell'anno 1989 si farà fronte con lo stanziamento del capitolo 7406 dello stato di previsione della spesa del bilancio regionale per l'esercizio 1989, in relazione all'importo di lire 935.190.000 ivi reiscritto con legge regionale 2 maggio 1989, n. 14 ai sensi dell'art. 53, quinto comma, della legge regionale di contabilità 3 maggio 1978, n. 23 come modificata con l'articolo unico della legge regionale 19 luglio 1975, n. 35 .

2. Per gli anni successivi al 1989 l'ammontare degli stanziamenti sarà stabilito con le rispettive leggi di bilancio.


La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell' art. 127 della Costituzione e dell'art. 65 dello Statuto regionale ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione.

Note della redazione

(1)  - 

Abrogata dalla L.R. 15 novembre 1999, n. 30, art. 10. lett. qq)