Legge regionale 23 settembre 2009, n. 20


LEGGE REGIONALE n.20 del 23 settembre 2009

Date di vigenza

15/10/2009 entrata in vigore

Documento vigente

Regione Umbria
LEGGE REGIONALE 23 settembre 2009 , n. 20
Ulteriori modificazioni della legge regionale 15 gennaio 1973, n. 8 (Norme sulla previdenza dei consiglieri regionali).
Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 43 del 30/09/2009
Regione Umbria

Il Consiglio regionale ha approvato. La Presidente della Giunta regionale promulga la seguente legge:

Art. 1

Modifica all'articolo 4 della L.R. n. 8/1973.

1. Al comma 2 dell'articolo 4 della legge regionale 15 gennaio 1973, n. 8 (Norme sulla previdenza dei consiglieri regionali), le parole: " all'art. 1 della legge 1° agosto 1972, n. 15 «Indennità ai consiglieri regionali» " sono sostituite dalle seguenti: " all'articolo 1 della legge 16 maggio 2007, n. 17 (Disposizioni in ordine alle indennità dei consiglieri regionali) ".

Art. 2

Modifica all'articolo 5 della L.R. n. 8/1973.

1. Al comma 1 dell'articolo 5 della L.R. n. 8/1973 la cifra " 60 " è sostituita con " 65 ".

Art. 3

Modifica all'articolo 11 della L.R. n. 8/1973.

1. Il comma 2 dell'articolo 11 della L.R. n. 8/1973 è sostituito dal seguente: " 2. Il pagamento viene sospeso anche qualora il titolare dell'assegno vitalizio venga eletto al Parlamento nazionale, Europeo, ad altro Consiglio regionale o nominato componente di Giunta regionale. ".

Art. 4

Sostituzione dell'articolo 12 della L.R. n. 8/1973.

1. L'articolo 12 della L.R. n. 8/1973 è sostituito dal seguente:
 
« Art. 12
 
Misura degli assegni vitalizi. 1. L'ammontare mensile iniziale dell'assegno vitalizio è determinato in base alla tabella seguente, in percentuale rispetto agli anni di contribuzione sulla indennità di carica mensile lorda spettante ai consiglieri regionali in carica nel mese cui l'assegno si riferisce:
 

                                   
Anni di
 
contribuz.  
Percent. sulla indennità
 
di carica mensile  
25 
28 
31 
34 
37 
10  40 
11  42 
12  44 
13  46 
14  48 
15  50 
16  52 
17  54 
18  56 
19  58 
20 e oltre  60 

Art. 5

Inserimento dell'articolo 12-bis alla L.R. n. 8/1973.

1. Dopo l'articolo 12 della L.R. n. 8/1973 è inserito il seguente articolo:
 
« Art. 12-bis
 
Modalità di determinazione ed adeguamento dell'assegno vitalizio.
 
1. L'ammontare mensile iniziale dell'assegno vitalizio è determinato in riferimento all'indennità di carica mensile lorda spettante ai consiglieri regionali in carica nel mese cui l'assegno si riferisce, fatto salvo l'eventuale miglior trattamento derivante in virtù di indennità di carica mensile lorda più elevata percepita durante l'espletamento del mandato dal consigliere al quale l'assegno si riferisce.
 
2. L'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale delibera con cadenza annuale l'adeguamento delle quote mensili dell'assegno vitalizio in misura non inferiore all'aumento percentuale dell'indice del costo della vita calcolato dall'ISTAT ai fini della scala mobile delle retribuzioni dei lavoratori dell'industria. 3. La frazione di anno si computa per intero purché di durata non inferiore a sei mesi e un giorno.
».

Art. 6

Norma finale.

1. Ai consiglieri già cessati dal mandato ed a quelli in carica all'entrata in vigore della presente legge, che abbiano comunque versato il contributo per l'assegno vitalizio per un minimo di dodici mesi, non si applicano le modifiche introdotte dagli articoli 2 e 4 della presente legge.


La presente legge regionale sarà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione Umbria.

Perugia, 23 settembre 2009

Lorenzetti