Date di vigenza

25/07/1972 entrata in vigore mostra documento vigente dal 25/07/1972
14/01/1973 modifica mostra documento vigente dal 14/01/1973

Documento vigente

Regione Umbria
LEGGE REGIONALE 10 Luglio 1972 ,n. 5
Mutuo di lire 300.000.000 per l' acquisto di Palazzo della Penna in Perugia da destinare a sede della Presidenza della Giunta regionale e dei suoi Uffici.
Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 18 del 10/07/1972

Il Consiglio regionale ha approvato. Il Commissario del Governo ha apposto il visto. Il Presidente della Giunta regionale promulga la seguente legge:

[ ARTICOLO 1 ] [3]
ARTICOLO 1

1. La Giunta regionale è autorizzata a contrarre un mutuo di lire 300 milioni o per la minore somma che si renderà necessaria per i fini di cui al successivo art. 2 con il Ministero del tesoro - Direzione generale degli Istituti di previdenza - o con altro Istituto di credito operante nella regione dell' Umbria, al tasso massimo di interesse dell' 8 (otto) per cento, da ammortizzare in 5 anni.

2. La Giunta è obbligata a interpellare previamente almeno tre Istituti di credito.

[4]
ARTICOLO 2

1. Il ricavato del suddetto mutuo deve essere utilizzato, quanto a lire 280 milioni per l' acquisto dell'immobile denominato " Palazzo della Penna" in Perugia, e quanto a lire 20 milioni per oneri fiscali e generali.

2. L'immobile sarà destinato a sede permanente della Presidenza della Giunta regionale e dei suoi Uffici.

ARTICOLO 3

1. A garanzia del pagamento delle rate del mutuo di cui all' art. 1 , la Regione offre delegazione per corrispondente importo sulle entrate tributarie, che presentano sufficiente disponibilità allo scopo, nel rispetto del limite del 20% prescritto dall' art. 10, secondo comma, della legge 16 maggio 1970, n. 281 .

[ ARTICOLO 4 ] [5]
ARTICOLO 4

1. L' onere annuale derivante alla Regione dalla stipulazione del mutuo di cui al precedente art. 1 è il seguente e graverà sugli stanziamenti dei bilanci dal 1973 al 1977:
 

             
Anno  Quota capitale  Quota interessi e oneri vari  Totale 
1973  60.000.000  22.377.500  82.377.500 
1974  60.000.000  17.664.300  77.664.300 
1975  60.000.000  12.951.300  72.951.300 
1976  60.000.000  8.264.000  68.264.000 
1977  60.000.000  8.264.000  63.525.200  

2. All'onere medesimo si farà fronte con le entrate tributarie di cui all' art. 1 della legge 16 maggio 1970, n. 281.

3. Il ricavo del mutuo sarà iscritto nella parte Entrata del Bilancio dell' esercizio 1972 al cap. 16/ bis, di nuova istituzione denominato: "Mutui per l' acquisto di beni immobili per gli uffici e servizi regionali", mentre la denominazione del cap. 60, rubrica 2a, della parte uscita dello stesso Bilancio "Lavori agli immobili", viene così modificata: "Spese per l' acquisto, la costruzione, la sistemazione e l' adattamento di beni immobili per i propri uffici e servizi".

[6]

La presente legge regionale verrà pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione. È fatto obbligo a chiunque spetti di osservarla e di farla osservare come legge della Regione dell'Umbria.

Perugia, 10 luglio 1972

Conti

Note sulla vigenza

[3] - Sostituzione (testo eliminato) da: Articolo 1 legge Regione Umbria 28 dicembre 1972, n. 29.

[4] - Sostituzione (testo inserito) da: Articolo 1 legge Regione Umbria 28 dicembre 1972, n. 29.

[5] - Sostituzione (testo eliminato) da: Articolo 2 legge Regione Umbria 28 dicembre 1972, n. 29.

[6] - Sostituzione (testo inserito) da: Articolo 2 legge Regione Umbria 28 dicembre 1972, n. 29.