Atto abrogato

Regione Umbria
LEGGE REGIONALE n. 37 del 26 Maggio 1975 (1)
Istituzione dell'Istituto umbro di ricerche e sperimentazioni sull'attività  formativa - IURSAF.
Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 24 del 04/06/1975


Art. 1

1. La Regione dell'Umbria, al fine di favorire la ricerca e gli interventi attinenti alla formazione professionale e all'assistenza scolastica, promuove l'istituzione dell'Istituto umbro di ricerche e sperimentazioni sull'attività   formativa, denominato IURSAF.

2. All'IURSAF possono aderire, secondo le modalità   previste dall'allegato statuto, enti ed organismi interessati all'attività   istituzionale dell'IURSAF.

3. L'IURSAF ha lo scopo di effettuare ricerche, realizzare sperimentazioni, fornire gli elementi conoscitivi atti a sostenere gli interventi degli enti e degli organismi umbri per le materie di competenza regionale attinenti alla formazione professionale dei lavoratori, all'assistenza scolastica e alle conseguenti attività  , mettere a disposizione degli operatori culturali interessati al settore l'insieme delle conoscenze e delle esperienze acquisite.

Art. 2

1. Per conseguire gli obiettivi di cui all'articolo precedente, l'IURSAF:
 
- stabilisce rapporti con gli enti locali, gli enti pubblici, le organizzazioni sindacali, economiche e culturali, l'università   degli studi di Perugia e l'università   italiana per stranieri, gli istituti di ricerca nazionali ed internazionali;
 
- promuove ed organizza corsi, seminari e convegni;
 
- effettua ricerche e sperimentazioni;
 
- adotta tutte le iniziative utili a favorire la più ampia diffusione dei risultati raggiunti, e in particolar modo tra gli enti e gli operatori interessati.

Art. 3

1. L'IURSAF ha sede in Spoleto.

2. E'dotato di personalità   giuridica ed ha durata illimitata.

3. Il suo funzionamento Ã? regolato dallo Statuto allegato alla presente legge nonchè dal regolamento interno.

Art. 4

1. Ai ruoli dell'IURSAF si accede mediante pubblico concorso.

2. Il regolamento giuridico ed economico del personale dell'IURSAF dovrà   ispirarsi ai principi contenuti nella legge regionale 9 agosto 1973, n. 33 , concernente: Stato giuridico, trattamento economico ed inquadramento in ruolo del personale della Regione.

3. L'Assemblea, sulla base delle esigenze di funzionamento dell'IURSAF, può conferire incarichi specifici per periodi determinati a persone di comprovata capacità.

Art. 5

1. Sono sottoposte all'approvazione della Giunta regionale le deliberazioni degli Organi dell'IURSAF concernenti:
 
- i programmi di attività ;
 
- i bilanci preventivi e le relative variazioni;
 
- i conti consuntivi;
 
- il regolamento giuridico ed economico e la pianta organica del personale;
 
- gli acquisti, le alienazioni e le locazioni dei beni immobili;
 
- le liti attive e passive;
 
- le modifiche allo Statuto.

2. I bilanci preventivi e consuntivi annuali, corredati da una relazione sull'attività   svolta, devono essere inviati oltre che alla Giunta regionale, anche agli enti ed organismi aderenti, entro 15 giorni dall'approvazione dell'Assemblea.

Art. 6

1. Alle spese di costituzione l'IURSAF provvederà   con il contributo di lire 25.000.000 a carico della Regione.

2. Alle spese di funzionamento dello stesso Istituto si farà   fronte con il contributo annuale della Regione determinato in lire 30 milioni, con le quote annuali di partecipazione e con gli eventuali contributi previsti dall'allegato Statuto.

Art. 7

1. La spesa complessiva di lire 55 milioni relativa al contributo di cui al primo comma del precedente art. 4 ed alla prima annualità   di cui al secondo comma dello stesso articolo, sarà   imputata al cap. 2550 di nuova istituzione nel bilancio dell'esercizio 1975, denominato: " Contributo regionale per la costituzione ed il funzionamento dell'Istituto umbro di ricerche e sperimentazione sull'attività   formativa (IURSAF)" e ad essa si farà   fronte quanto a lire 25 milioni mediante utilizzo, ai sensi della legge 27 febbraio 1955, n. 64 , della disponibilità  esistente nel cap. 3130 del bilancio dell'esercizio 1974; e quanto a lire 30 milioni mediante prelievo dallo stesso cap. 3130 del bilancio dell'esercizio 1975.



ALLEGATI:
-
Art. 1

1. E'istituito in Spoleto l'Istituto umbro di ricerche e sperimentazioni sull'attività   formativa, denominato IURSAF.

2. L'IURSAF ha lo scopo di effettuare ricerche, realizzare sperimentazioni, fornire gli elementi conoscitivi atti a sostenere gli interventi degli enti ed organismi umbri per le materie di cui all'art. 1 della legge istitutiva, mettere a disposizione degli operatori culturali interessati al settore l'insieme delle conscenze e delle esperienze acquisite.

Art. 2

1. Per conseguire gli obiettivi di cui all'articolo precedente, l'IURSAF:
 
- stabilisce rapporti con gli enti locali, gli enti pubblici, le organizzazioni sindacali, economiche e culturali, l'università   degli studi di Perugia, l'università   italiana per stranieri, gli istituti di ricerca nazionali ed internazionali;
 
- promuove e organizza corsi, seminari e convegni;
 
- effettua ricerche e sperimentazioni;
 
- adotta tutte le iniziative utili a favorire la più ampia diffusione dei risultati raggiunti, ed in particolar modo tra gli enti e gli operatori interessati.

Art. 3

1. Possono aderire all'IURSAF tutti gli enti pubblici della regione, le organizzazioni sindacali, economiche e culturali, gli enti e gli organismi che abbiano uno specifico interesse nei settori di competenza istituzionale dell'Istituto.

2. Le ammissioni vengono deliberate dall'assemblea dell'Istituto a maggioranza assoluta dei componenti, previa richiesta scritta in cui siano specificati i motivi e le finalità   della richiesta di adesione.

Art. 4

1. Sono organi dell'IURSAF:
 
- l'Assemblea;
 
- il Consiglio di amministrazione;
 
- il Presidente;
 
- il Collegio dei revisori dei conti;
 
- il Comitato scientifico.

2. Tutti gli organi elettivi durano in carica tre anni e i suoi membri possono essere riconfermati.

COMPOSIZIONE DELL'ASSEMBLEA

Art. 5

1. L'Assemblea è composta dai rappresentanti della Regione dell'Umbria e degli enti ed organismi aderenti all'IURSAF, designati dai rispettivi organi anche al di fuori del proprio seno, nelle seguenti proporzioni:
 
- 6 rappresentanti della Regione eletti dal Consiglio regionale con voto limitato a 4;
 
- 3 rappresentanti di ciascun ente o organismo aderente, eletti dai rispettivi organi con voto limitato a 2.

Art. 6

1. L'Assemblea è convocata dal presidente dell'IURSAF che la presiede.

2. Si riunisce in sessione ordinaria di regola 2 volte all'anno.

3. Può riunirsi in sessione straordinaria:
 
- per iniziativa del presidente;
 
- per deliberazione del Consiglio di amministrazione;
 
- su istanza di almeno un terzo dei suoi membri.

4. La riunione dell'Assemblea deve avere luogo entro 15 giorni dalla deliberazione o dalla presentazione della domanda.

Art. 7

1. La convocazione dell'Assemblea deve essere fatta dal presidente con avvisi scritti ai membri.

2. Per le sessioni ordinarie l'avviso, con l'elenco degli oggetti da trattarsi, deve essere spedito almeno 10 giorni prima.

3. Nella sua prima riunione l'Assemblea è convocata e presieduta dal membro più anziano.

COMPITI DELL'ASSEMBLEA

Art. 8

1. L'Assemblea provvede a:
 
- eleggere nella sua prima adunanza il presidente dell'IURSAF tra i rappresentanti della Regione;
 
- eleggere il Consiglio di amministrazione ed il Collegio dei revisori dei conti;
 
- deliberare il regolamento giuridico ed economico e la pianta organica del personale dipendente;
 
- nominare il direttore dell'IURSAF che presiede di diritto il Comitato scientifico;
 
- deliberare il conferimento di incarichi ai sensi dell'ultimo comma dell'art. 4 della legge istitutiva;
 
- approvare entro il 31 ottobre di ciascun anno il bilancio preventivo;
 
- approvare entro il 31 marzo di ciascun anno il conto consuntivo dell'anno precedente;
 
- mantenere i collegamenti con gli enti e gli oranismi aderenti, per mezzo di apposite riunioni informative sull'attività dell'Istituto;
 
- deliberare sull'ammissione di nuovi enti ed organismi;
 
- approvare con il voto favorevole di almeno i due terzi dei componenti le modifiche allo statuto.

CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Art. 9

1. Il Consiglio di amministrazione è così composto:
 
- dal presidente dell'IURSAF che lo presiede di diritto;
 
- da due membri eletti tra i rappresentanti della Regione nell'Assemblea con voto limitato a uno;
 
- da 10 membri eletti tra i rappresentanti nell'Assemblea degli enti ed organismi aderenti all'IURSAF, in maniera che nessuno di essi sia rappresentato da più di un membro nel Consiglio di amministrazione.

2. Fino a quando gli aderenti sono in numero inferiore a 10, l'Assemblea elegge un membro per ciascuno di essi tra i suoi rappresentanti;
 
- dal direttore dell'IURSAF con voto consultivo.

COMPITI DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Art. 10

1. Il Consiglio di amministrazione provvede a:
 
- predisporre il regolamento giuridico ed economico e la pianta organica del personale dipendente, da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;
 
- predisporre, entro il 30 settembre di ciascun anno, il bilancio preventivo da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;
 
- predisporre entro il 28 febbraio di ciascun anno il conto consuntivo dell'anno precedente, da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;
 
- predisporre annualmente i programmi e l'indirizzo di attività dell'IURSAF nonchè la relazione da sottoporre all'approvazione dell'Assemblea;
 
- deliberare, sentito il parere del Comitato scientifico, sulle ricerche e sugli studi comunque richiesti o commissionati all'IURSAF e sull'attività scientifica istituzionale proposta dal Comitato scientifico;
 
- deliberare sull'acquisto e sull'alienazione dei beni mobili ed immobili;
 
- deliberare su ogni altra materia di interesse dell'Istituto non specificamente attribuita ad altri organi.

Art. 11

1. Il Consiglio di amministrazione è convocato dal presidente con avvisi scritti e raccomandati, e si riunisce in sessione ordinaria quattro volte all'anno.

2. Può riunirsi in sessione straordinaria per iniziativa del presidente o su istanza di almeno un terzo dei suoi componenti. .

3. La riunione del Consiglio di amministrazione deve aver luogo entro 15 giorni dalla convocazione o dalla presentazione della domanda; la convocazione deve essere fatta almeno 5 giorni prima della seduta

COMPITI DEL PRESIDENTE

Art. 12

1. Il presidente ha la rappresentanza legale e processuale dell'IURSAF.

2. Convoca e presiede il Consiglio di amministrazione, e provvede alla esecuzione delle deliberazioni da esso adottate.

3. Convoca e presiede l'Assemblea.

4. Stipula i contratti.

5. Decide su tutte le questioni di pertinenza del Consiglio di amministrazione aventi carattere di urgenza, con i limiti che saranno stabiliti dal Consiglio stesso.

6. Le decisioni adottate dal presidente devono essere presentate per la ratifica al Consiglio di amministrazione nella prima seduta utile.

COLLEGIO DEI REVISORI DEI CONTI

Art. 13

1. Il Collegio dei revisori dei conti è composto da tre esperti eletti dall'Assemblea all'esterno del proprio seno.

2. I componenti eleggono tra loro il proprio presidente. Gli stessi possono partecipare con voto consultivo alle riunioni del Consiglio di amministrazione.

Art. 14

1. Il Collegio dei revisori dei conti ha il compito di controllare periodicamente la contabilità ; il controllo deve effettuarsi almeno una volta alla fine di ciascun semestre.

2. Spetta altresì al Collegio dei revisori dei conti l'esame del conto consuntivo con una relazione finale sull'andamento della gestione finanziaria dell'Istituto.

COMITATO SCIENTIFICO

Art. 15

1. Il Comitato scientifico ha lo scopo di proporre i piani di attività dell'IURSAF, ed è composto:
 
- dal direttore dell'IURSAF che lo presiede;
 
- da due ricercatori dell'IURSAF designati dall'assemblea del personale;
 
- da un esperto designato dal Consiglio regionale dell'Umbria;
 
- da 6 esperti designati dagli altri enti ed organismi aderenti.

PATRIMONIO E FINANZIAMENTI

Art. 16

1. Il patrimonio dell'IURSAF è costituito dai beni mobili ed immobili comunque acquisiti dall'Istituto nel corso della sua attività.

Art. 17

1. Il finanziamento delle attività dell'IURSAF è assicurato mediante:
 
- il contributo annuale della Regione, di cui all'art. 6 della legge istitutiva;
 
- le quote di partecipazione derivanti dall'adesione di enti ed organismi prevista dall'art. 1 della legge istitutiva, che verranno determinate annualmente in sede di bilancio preventivo;
 
- gli eventuali contributi dello Stato e degli enti, istituti ed organizzazioni di cui all'art. 2 del presente statuto;
 
- eventuali proventi di ricerca.


Note della redazione

(1)  - 

Abrogata dalla L.R. 17 ottobre 1977, n. 55, art. unico