Atto abrogato

Regione Umbria
LEGGE REGIONALE n. 51 del 15 Novembre 1982 (1)
Provvedimenti urgenti in favore delle popolazioni dei Comuni colpiti dal sisma del 17 ottobre 1982 e successivi.
Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 66 del 17/11/1982


ARTICOLO 1

1. E'autorizzata - a carico del bilancio regionale 1982 - la spesa di lire 200.000.000 da destinare ai primi soccorsi nei comuni dell'Umbria colpiti dal terremoto del 17 ottobre 1982 e successivi, sulla base delle risultanze e degli accertamenti tecnici in corso da parte dei competenti uffici regionali.

2. Tale somma è utilizzata - sulla base di deliberazioni della Giunta regionale - per i seguenti interventi di competenza regionale:
 
- sopperire alle necessità urgenti delle popolazioni terremotate, ivi compresi l'acquisto e la distribuzione di generi diversi;
 
- acquisto, trasporto e posa in opera di mini - alloggi prefabbricati e roulottes;
 
- smontaggio, trasporto e rimontaggio di mini - alloggi di proprietà o comunque a disposizione della Regione, già impiegati in occasione di precedenti terremoti;
 
- realizzazione di edifici con strutture prefabbricate, da destinare a servizi, compresi i pertinenti lavori di fondazione e le opere di urbanizzazione delle relative aree di sedime;
 
- concessione di contributi ai comuni per il pagamento di canoni di locazione di abitazioni da assegnare temporaneamente a famiglie rimaste prive di alloggio;
 
- concessione di contributi ai Comuni per il ricovero in alberghi o pensioni di famiglie rimaste prive di alloggio;
 
- concessione di contributi ai Comuni per far fronte alle prime esigenze dei coltivatori diretti e dei privati proprietari di aziende agricole per il ricovero e l'alimentazione del bestiame;
 
- altre necessità rese indispensabili dall'azione di soccorso, ivi compresa la esecuzione delle ordinanze di demolizione totale o parziale o di consolidamento urgente di immobili.

ARTICOLO 2

1. I contributi di cui all'articolo precedente sono soggetti all'obbligo di documentata rendicontazione.

ARTICOLO 3

1. La Giunta regionale e i Comuni destinatari delle provvidenze di cui alla presente legge sono autorizzati a ricorrere alla trattativa privata per il conseguimento delle finalità di cui al precedente art. 1.

ARTICOLO 4

1. Lo stanziamento di lire 200.000.000, disposto con la presente legge, è iscritto, in termini di competenza e di cassa, al cap. 2880 del bilancio preventivo regionale dell'esercizio 1982 e ad esso si farà fronte quanto a lire 100.000.000 con la disponibilità prevista nel fondo globale del cap. 6120 per il progetto " Interventi per la protezione civile" (Elenco n. 2 allegato al bilancio, numero d'ordine 2), e quanto a lire 100.000.000 mediante riduzione dello stanziamento del cap. 6110.

2. Al bilancio suddetto sono apportate di conseguenza le seguenti variazioni:
 
Parte spesa
 
In aumento
 
Cap. 2880 competenza L. 200.000.000, cassa L. 200.000.000
 
In diminuzione
 
Cap. 6110 competenza L. 100.000.000, cassa L. 100.000.000
 
Cap. 6120 competenza L. 100.000.000, cassa L. 100.000.000
 
TOTALE competenza L. 200.000.000, cassa L. 200.000.000


La presente legge è dichiarata urgente ai sensi dell' art. 127 della Costituzione dell'art. 65 dello Statuto regionale ed entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione.

Note della redazione

(1)  - 

Abrogata dalla L.R. 15 novembre 1999, n. 30, art. 6, comma 1, lett. m)