Atto abrogato

Regione Umbria
LEGGE REGIONALE n. 26 del 26 Aprile 1985 (1)
Modificazioni della legge regionale 20 gennaio 1981 n. 7 . Norme per la programmazione e lo sviluppo regionale delle attività culturali.
Pubblicazione: Bollettino Ufficiale n. 45 del 30/04/1985


ARTICOLO 1

1. L' art. 1 della legge regionale 20 gennaio 1981, n. 7 è così modificato:
 
" Finalità della legge.
 
1. Al fine di promuovere lo sviluppo, la qualificazione e la produzione delle attività culturali, con particolare riferimento alle attività teatrali, musicali, cinematografiche ed audiovisive, la Regione disciplina con la presente legge ogni utile iniziativa in materia.
 
2. Le funzioni regionali in ordine alle predette attività verranno adeguate alle leggi nazionali di riforma dei rispettivi settori secondo quanto previsto dall' art. 49 del DPR 24 luglio 1977, n. 616
".

ARTICOLO 2

1. Al primo comma dell'art. 3 della legge regionale 20 gennaio 1981, n. 7 , il termine del 31 gennaio è sostituito con il 30 novembre.

2. Allo stesso art. 3 è aggiunto il seguente comma:
 
" Al fine dell'approvazione del piano di cui all'art. 5 e dei relativi finanziamenti, verrà data priorità alle proposte di rilievo regionale rivolte alla distribuzione delle manifestazioni di competenza della presente legge nonchè ai progetti produttivi già in parte finanziati dagli Enti locali, loro associazioni e da altri soggetti pubblici e privati ".

ARTICOLO 3

1. L' art. 4 della legge regionale 20 gennaio 1981, n. 7 è sostituito come segue:
 
" Manifestazioni di rilevante interesse nazionale. Proposte di enti, di associazioni, di gruppi artistici e di singoli operatori.
 
1. Per la formazione del piano regionale possono essere formulate proposte da enti, associazioni, singoli operatori culturali e gruppi artistici.
 
2. Le proposte debbono essere di rilevante interesse regionale e debbono inoltre favorire la produzione nei settori di competenza della legge.
 
3. Tali proposte verranno presentate alla Giunta regionale entro il termine previsto al primo comma del precedente art. 3 corredate da una relazione particolareggiata sulle attività da svolgere, da un'indicazione dei soggetti interessati, da un progetto analitico dei costi e dei ricavi presunti, dall'indicazione dei finanziamenti disponibili e dei tempi previsti per la realizzazione.
 
4. La Regione favorisce lo sviluppo, la continuità e la sempre maggiore qualificazione delle manifestazioni culturali di rilevante interesse nazionale che si svolgono nel territorio regionale anche attraverso l'erogazione dei contributi secondo le modalità previste dalla presente legge.
 
5. La Regione può realizzare direttamente e in collaborazione con altri soggetti pubblici o privati, iniziative e servizi regionali di rilevante interesse per il perseguimento delle finalità della presente legge e per il coordinamento degli interventi da questa previsti
".

ARTICOLO 4

1. Al primo comma dell'art. 5 della legge regionale 20 gennaio 1981, n. 7 il termine del 30 aprile è sostituito con il 31 gennaio.

ARTICOLO 5

1. All'ultimo comma dell'art. 6 viene sostituita la cifra di lire 10.000 con quella di " lire 20.000 ".

ARTICOLO 6

1. Al primo comma dell'art. 7 si sostituisce il 30 maggio con " 31 marzo e comunque non oltre l'approvazione del bilancio regionale".

2. Il terzo comma dell'art. 7 viene così sostituito: " La ripartizione dei contributi viene effettuata annualmente dalla Giunta regionale sulla base del piano approvato e con le modalità di cui agli artt. 3 e 5 tenendo conto delle seguenti proporzioni: 40 per cento alle proposte dei soggetti di cui all'art. 3; 60 per cento alle proposte dei soggetti di cui agli artt. 4 e 9 ".

ARTICOLO 7

1. L'articolo 9 è così sostituito:
 
" Associazione umbra per il decentramento artistico e culturale( AUDAC).
 
1. La Regione al fine di assicurare la promozione, la diffusione, il coordinamento e la produzione di iniziative e manifestazioni culturali nei settori del teatro, della musica, della cinematografia, degli audiovisivi, al fine di promuovere i processi di crescita e di qualificazione nel settore, di diffusione e riequilibrio nel territorio regionale, riconosce e favorisce l'Associazione umbra per il decentramento artistico e culturale( AUDAC).
 
2. A tal fine la Regione con la presente legge eroga i contributi per la realizzazione di manifestazioni, di iniziative e di programmi da essa proposti
".

ARTICOLO 8

1. L' art. 10 della legge regionale 20 gennaio 1981, n. 7 è così sostituito:
 
" 1. All'onere per l'attuazione della presente legge si fa fronte con lo stanziamento del cap. 985 dello stato di previsione della spesa del bilancio regionale, alla determinazione del cui importo si provvederà annualmente con la legge di bilancio a norma dell' art. 5, secondo comma, della legge regionale 3 maggio 1978, n. 23 , nei limiti della previsione iscritta nel bilancio pluriennale al programma operativo 6122081 ".


Note della redazione

(1)  - 

Abrogata dalla L.R. 6 agosto 2004, n. 17, art. 11, comma 1, lett. d). Le norme della presente legge continuano ad applicarsi ai procedimenti amministrativi pendenti alla data di entrata in vigore della L.R. 6 agosto 2004, n. 17, fino al loro compimento; vedi comma 3 art. 11, L.R. 6/8/2004, n. 17